PERÚ: 5 cose da mangiare a Lima - Iberoamerica Viaggi Roma

PERÚ: 5 cose da mangiare a Lima

#Lima#Perù

Se stai pianificando un viaggio in Perú saprai che la sua gastronomia è attualmente al top. Quindi eccoti 5 dritte su cosa mangiare a Lima!

 

Il Perú, da una decina di anni a questa parte sta vivendo un periodo di rapida crescita. Uno dei settori più attivi è senza dubbio quello turistico, questo grazie all’immensa cultura millenaria che questo paese ha da offrire.

Ma non solo: sempre riguardo il turismo, uno degli attrattivi principali è il cibo. Se Cuzco è, per così dire la “capitale turistica”, al contrario Lima è il centro gastronomico peruviano. 

 

Turismo Gastronomico.

Sentendo la definizione di “Turismo Gastronomico” (oppure enogastronomico) i due paesi che ci vengono subito in mente sono Italia e Francia, ed è stato così per decenni. Attualmente, nel Mondo, questo settore sta vivendo un vero e proprio boom: Thailandia, Messico, India e soprattutto Perú sono le mete più ambite fuori il “Vecchio Continente”. E non è per niente un caso.

 

Finite le premesse, andiamo al dunque: ecco cinque piatti/dolci/cucine che, a detta di chi il Perú lo ha già visitato, devi assaggiare e mangiare a Lima per forza:

 

“Quinoa” a colazione.

Gran parte dei peruviani iniziano la propria giornata con una bella tazza (oppure ciotola) di quinoa. La quinoa, come ben sapete, è uno dei famosi “superfood” peruviani pieni di proteine ed amminoacidi essenziali. Quindi, che sia da un ambulante per strada o in qualche ristorante più alla moda, mangiate la quinoa!

 

Il famosissimo “Ceviche”.

Questo piatto è ormai diventato un simbolo del Perú in tutto il mondo: fresco, gustoso e vivace sono solo alcuni degli aggettivi che ci vengono in mente pensando al Ceviche. Ma oltre al classico piatto, a Lima non è difficile trovarne versioni più creative e gourmet. Insomma sbizzarritevi e giudicata voi stessi qual è il miglior ceviche limeño.

 

Il “Lomo Saltado”.

Il lomo saltado è il Perú. L’anima criolla che incontra quella asiatica (in questo caso la cinese), fondendosi in una esplosione di sapori. Il lomo, le famose strisce di manzo, saltate sul wok con aceto e salsa soia ed, infine accompagnate da spezie, cipolle e pomodori. Il tutto servito con riso e patatine. Viene voglia di mangiarne una porzione solo parlandone.

 

Un delizioso “Suspiro a la Limeña”.

È senza dubbio il dessert più celebre della capitale peruviana. Letteralmente Suspiro a la Limeña può essere tradotto in “Il sospiro di una signora di Lima.” Dicono che a dargli questo nome fu il poeta José Gálvez dopo che sua moglie ne preparó uno di una bontà indescrivibile. Appena lo assaggerete diverrà uno dei vostri dolci preferiti.

 

Prova la cucina “Nikkei”.

Negli ultimissimi anni in Perú sta vedendo fiorire una sotto-cucina a quella peruviana, parliamo della cucina Nikkei. Ci spieghiamo meglio: così come un secolo fa la cucina criolla si fuse con quella cinese, in questi anni si sta sviluppando una tecnica di preparazione del pesce (soprattutto, ma non solo) in stile giapponese, sempre rispettando la tradizione criolla. Consigliatissimi i “Tiraditos” ed i “Mixtos Nikkei”.